scopri i programmi ed i beni del FAI
motivi ispiratori, a fianco del FAI

VIAGGIA E SCOPRI I BENI DEL FAI

È da un po’ che sto pensando di riprendere a viaggiare includendo i beni del FAI nell’itinerario che mi propongo di seguire, e non solo in occasione dei grandi eventi annuali. C’è molto che mi lega alla fondazione; quello che più mi dirige a formulare di questi pensieri, è quella conoscenza del territorio su cui concentro le mie energie.

Mi era già successo a Lenno, sul lago di Como, di fare un cambiamento di programma per niente piccolo. Ho pensato (e poi deciso, già che ero sulla strada) di fermarmi a visitare la famosa Villa del Balbianello, che è davvero in una posizione geografica da altro pianeta. Qui sono state girate scene di Guerre Stellari e Casino Royale.

Curioso come basti in fin dei conti solamente volerlo; t’incammini per un sentiero senza mai voltarti, oltrepassi l’ingresso, e d’improvviso hai davanti a te architetture incredibili che non sono rimaste in fotografia.

Una delle prossime variazioni sarà di certo al Castello di Avio, che ho avuto occasione di esplorare nel corso di un webinar interno alla rete volontari. Ricevo ogni tanto delle comunicazioni via posta, e un giorno mi vedo consegnare una busta con uno sfondo di natura, un sentiero e al centro un castello. Esistono davvero i castelli delle fiabe?? A giudicare dalle foto di quel luogo che Goethe definì “giardino d’Italia”, parrebbe di sì. E oltretutto si trovano proprio da noi!!

Ma non sono tutte ville e castelli: c’è il negozio Olivetti, l’orto di Leopardi, le Saline in Sardegna, l’Abbazia fra Camogli e Portofino, che si raggiunge solo a piedi o in barca… E ancora: un teatrino, un’edicola, aree verdi, insomma un patrimonio in crescendo e molto diversificato.

Eccone qui l’ELENCO COMPLETO.

Scopri i beni FAI - Villa Fogazzaro Roi sul lago di Lugano

Fra i beni del FAI ci sono giardini da preservare, mobili che richiedono restauri accurati, e persino gli orologi di una volta da mantenere in carica!

Come in quello che a tutt’oggi è il mio bene preferito: la villa dove visse Antonio Fogazzaro!

Basta soffermarsi ad osservare, oppure seguire le news e i canali social della fondazione, per constatare quanta professionalità è necessaria per il mantenimento di così tanti luoghi testimoni di storia e spesso intitolati alla memoria di chi ci è vissuto. E quante difficoltà, naturalmente. Ma anche quante opportunità per creare lavoro.

Ogni bene viene gestito da uno staff che cura i rapporti con il territorio e avvia collaborazioni per far sì che il bene stesso possa mantenersi autonomamente.

Grazie ai volontari vi si organizzano continue e diverse attività educative e d’intrattenimento.

Ad Avio, per esempio, si fa la caccia al tesoro per coinvolgere i più piccoli. Ci sono anche una locanda e una caffetteria interna che offre fra i suoi dolci anche la pralina del castello.

Volontariato aggiunto? Una bella idea che certamente mi annoterò per un’esperienza futura!

Anche a questo avevo già pensato, cogliere l’occasione della visita per offrire un po’ d’aiuto. Ho sempre viaggiato così, e sono idee rompi-routine che continuano a piacermi, quando si può fare.

Finora ho preso parte alle Giornate 2019 (all’incredibile cenacolo di Andrea del Sarto a Firenze) e una volta persino come assistente di viaggio, a Como e Mendrisio, abbastanza inusuale, eppure a me è capitato…

Il volontariato è sempre un’esperienza nobile, ma in una fondazione di questo livello è un DARE doppio: si porta aiuto ma si ha anche l’occasione di aggiungere il proprio talento, il che non è poco per un paese che ha un disperato bisogno di tutte le intelligenze in campo.

E se ci pensiamo, è anche il miglior esempio per i giovani: che non c’è limite d’età per attivarsi, che non c’è limite d’età per entusiasmarsi.

Del resto che senso avrebbe porsi dei limiti con tante bellezze che ci chiamano?


Per approfondire, leggi anche:

l’APPELLO del FAI

Vuoi essere anche tu un volontario? Che cosa apporteresti di TUO?

Patrizia Zampieri

Anche se amo da sempre viaggiare, è l'Italia che ho nel cuore. Scrivo partendo dal racconto di cosa vedo e vivo in prima persona, spesso cercando le tracce di chi lì ha vissuto. Adoro la musica, e nutro grande interesse per l'arte e la natura. Credo in Dio e nella vita.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.